Cure odontoiatriche: ospedale o studio privato?

studi-odontoiatriciIn anni recenti la composizione della popolazione che richiede cure odontoiatriche sta subendo dei profondi cambiamenti, destinati ad evidenziarsi in maniera sempre più marcata. 

L'aumento dell'aspettativa di vita, ad esempio, ha determinato la presenza di una porzione sempre maggiore di pazienti affetti da malattie croniche. Tali patologie, inoltre, richiedono spesso l'utilizzo di terapie farmacologiche complesse, da tenere in stretta considerazione quando si definisce un piano di trattamento odontoiatrico. 

Tutte queste condizioni determinano spesso difficoltà e ansie nella gestione di questi pazienti all'interno dell'ambulatorio privato, portando spesso l'odontoiatra a delegare e inviare il paziente in strutture ospedaliere. 

Non sempre però questo atteggiamento prudente è totalmente giustificato. 

Risulta infatti sempre più evidente come buona parte di questi pazienti potrebbe essere curato in maniera ottimale anche in un ambulatorio ben attrezzato, previa un'adeguata conoscenza di tutte le implicazioni correlate allo stato di salute del paziente. 

Una completa padronanza delle regole di gestione di tali pazienti risulta perciò necessaria per affrontare queste importanti modifiche che coinvolgono e coinvolgeranno sempre in maggior misura la nostra professione.