Sindrome della bocca che brucia

La sindrome della bocca che brucia o BMS (burning mouth syndrome) è un disturbo caratterizzato da intenso bruciore della bocca, accompagnato o meno da alterazioni del gusto, prurito e sintomatologia pungente. Nonostante la presenza del bruciore sia reale, le superfici che rivestono la cavità orale appaiono sane. Per questo la diagnosi può essere difficoltosa e richiede che vengano esclusi altre cause di bruciore orale (ad esempio la secchezza). Il meccanismo che porta all'instaurarsi di questa condizione sembrerebbe provocato da alterazioni dei piccoli nervi che portano la sensibilità alla bocca. Proprio per questo il trattamento della sindrome della bocca che brucia si avvale di farmaci capaci di svolgere un'azione protettiva nei confronti delle terminazioni nervose. È importante rassicurare il paziente che, nonostante sia un disturbo difficile da trattare e con rare risoluzioni, non comporta la presenza di malattie gravi, come i tumori.